Silvia Fanzutti tecnico competente in acustica milano

Tecnico Competente in Acustica
Menu
pensplan.jpg

La  D.g.r. 12 novembre 2018 - n. XI/784 di Regione Lombardia introduce ai fini della richiesta di agibilità la dichiarazione da parte di un tecnico competente del rispetto dei requisiti acustici passivi di cui al D.P.C.M. 5/12/1997 IN OPERA, il che equivale ad eseguire il collaudo. Nel modulo denominato relazione tecnica asseverazione agibilità al punto 4 viene espressamente indicata la documentazione da allegarsi: (ove barrato) è soggetto all'osservanza dei requisiti acustici passivi degli edifici, e pertanto si allega attestazione, a firma di tecnico competente in acustica, del rispetto, in opera, dei requisiti acustici passivi degli edifici e dei loro componenti. 

Tutti i progetti per i quali è stata presentata nella SCIA la relazione previsionale sul rispetto dei requisiti acustici passivi, ovvero i progetti cui si applicano le prescrizioni del D.P.C.M. 5/12/1997 e le disposizioni della legge regionale 13/2001 sono anche soggetti alla verifica del raggiungimento delle prestazioni in opera e l'attestazione del rispetto dei requisiti acustici passivi deriva da un'attività di misurazione sugli elementi edilizi, ovvero deriva da un collaudo in opera.

La classificazione acustica degli edifici è un'attività di verifica strumentale delle performance acustiche di un edificio secondo la metodologia dettata dalla norma UNI 11367/2010 e successive integrazioni. La norma è stata voluta per introdurre una classificazione dell'edificio analoga alla classificazione energetica, a tutela dei potenziali acquirenti, in modo da renderli edotti delle performance acustiche dell'immobile e limitare in tal modo anche i casi di contenzioso. La norma è stata predisposta in modo da essere uno strumento per la revisione della normativa nazionale sui requisiti acustici passivi, cosa che non è ancora avvenuta. 

 

Per requisiti acustici passivi si intendono le prestazioni acustiche degli edifici che devono essere monitorate, progettate e  e testate per la protezione acustica dei recettori ospitati negli edifici. L'entità che è oggetto di verifica dei questa analisi è l'edificio 

frazionato in singole unità immobiliari, delle quali devono essere analizzati i diversi elementi costruttivi.

L'attività di  verifica dei requisiti acustici passivi viene eseguita nella fase di collaudo degli edifici oppure in caso di controversie sull'isolamento acustico. La normativa di riferimento è il D.P.C.M. 5/12/1997. Un altro ambito di applicazione è quello della classificazione acustica degli edifici, nella quale una delle fasi consiste nella verifica strumentale dei requisiti acustici passivi. La norma di riferimento per l'attività di classificazione è la NORMA uni 11367, la norma sulla Classificazione acustica degli edifici